L'attacca Libri

Carlo Picca

Carlo Picca, pugliese, si è laureato in Lettere Moderne all’Università degli Studi di Bari. Dopo esperienze in campo scolastico come insegnante, ed editoriale come consulente letterario, attività che ancora svolge per alcuni autori ed editori, nel 2011 ha deciso di aprire una libreria a Rutigliano (Ba), che conduce con passione organizzando eventi letterari ed artistici rivolti al pubblico di ogni età, fra cui laboratori didattici, letture animate, incontri con Autori. Dal 2011 è iscritto come pubblicista all’Ordine dei Giornalisti di Puglia ed ha collaborato per quattro anni, come caporedattore, con il network pugliese La Voce del Paese. Attualmente scrive articoli per alcuni magazine nazionali che si occupano di cultura e ha da poco pubblicato, per FaLvision Editore, un saggio critico sperimentale sul Poeta italiano Sandro Penna.

Ha deciso di intraprendere l’esperienza di blogger su Libreriamo intendendo proporre spunti di riflessioni sul mondo dei libri e dell’editoria, nonché recensioni e consigli per la lettura.

Perché gli insegnanti sono i veri supereroi di oggi

Perché gli insegnanti sono i veri supereroi di oggi

Essere un insegnante comporta vivere una vita da Superman. Una vita da super eroe che capisci a pieno solo vivendo la scuola. Perché talvolta, ci possono essere situazioni che ti colpiscono e che, tornando a casa, ti fanno dire che non metterai mai più piede in un’aula, e che ti fanno far presa sui tuoi super poteri per ritrovare invece… Leggi tutto

Edoardo Sanguineti, il cantore della contraddizione

Edoardo Sanguineti, il cantore della contraddizione

“Il problema del proletariato attuale è che comprende i tre quarti della popolazione, ma molti non lo sanno. Se un piccolo materialista storico come me potesse aiutare qualcuno a prenderne coscienza…” All’età di 79 anni, il 18 maggio del 2010, ci lasciava il poeta Edoardo Sanguineti. Genovese, critico e narratore, scrittore e drammaturgo, fu tra i maggiori esponenti dell’avanguardia e… Leggi tutto

Johnny, l’idea di libertà e la lotta per difenderla

Johnny, l’idea di libertà e la lotta per difenderla

Il Partigiano Johnny, di Beppe Fenoglio è considerato uno dei più importanti romanzi del Novecento italiano. Fenoglio non riuscì mai a pubblicarlo in vita. Lo stesso titolo non è autografo, ma va attribuito ai curatori della prima edizione Einaudi del 1968. Gran parte delle vicende, pur romanzate, furono realmente vissute dall’autore in prima persona, ed è quindi lecito riconoscere in… Leggi tutto

La bellezza di avere un cane e ciò che ci insegnano

La bellezza di avere un cane e ciò che ci insegnano

Quando va via il tuo cane, dopo tanti anni trascorsi assieme, va via qualcosa di te, una parte del tuo viaggio, specie se tu e lui vi capivate, bastava un niente. E può succedere che per alleviare il dispiacere si scrive qualcosa di getto e dopo qualche settimana lo vuoi dividere con degli amici. Nel dedicare un ricordo, come questo,… Leggi tutto

Perche "L’amico ritrovato" di Fred Uhlman è un libro senza tempo

Perche “L’amico ritrovato” di Fred Uhlman è un libro senza tempo

Ci sono tanti libri da leggere, infiniti direbbe certamente qualcuno, e non basterebbe una vita per leggerli tutti, ma è pur vero che ci sono anche quelli che vanno assolutamente letti e raccolti nella nostra personale biblioteca. L’amico ritrovato, titolo originale Reunion, dell’artista tedesco Fred Uhlman, è fra questi, e vale proprio un posticino nei nostri caldi mobili deputati ad… Leggi tutto

Taranto, la città dei due mari apprezzata da Pasolini

Taranto, la città dei due mari apprezzata da Pasolini

Si perde il conto di quanti libri e manuali descrivono la colonizzazione greca nell’estremo meridionale della penisola. Calabria, Basilicata, parte della Campania e della Puglia, fra l’ottavo secolo a. C. e la conquista romana nel terzo secolo a. C. testimoniano una civiltà grande e prospera denominata Magna Grecia di cui Taranto fu la capitale. E da più di duemila anni… Leggi tutto

"Omicidio all’italiana" di Maccio Capatonda, comicità demenziale ispirata alla grande letteratura italiana di genere irriverente

“Omicidio all’italiana” di Maccio Capatonda, comicità demenziale ispirata alla grande letteratura italiana di genere irriverente

Maccio Capatonda, nei panni di Piero Peluria, sindaco di Acitrullo, immaginario paese sperduto dell’entroterra molisano tagliato fuori da tutto, è il regista ed attore principale del suo nuovo film, Omicidio all’italiana, sua seconda lunga pellicola dopo quella di Italiano Medio. In questo paesino, dall’età media di circa 70 anni, quando la Contessa Incazzati muore in seguito ad un incidente poco… Leggi tutto

Le donne coraggio della Resistenza Italiana

Le donne coraggio della Resistenza Italiana

“E’ normale che esista la paura, in ogni uomo, l’importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti”. Questo affermava il giudice Paolo Borsellino, consapevole dell’importanza di vivere con coraggio la propria esistenza, proprio quel coraggio di cui avevano vissuto decenni prima, non solo gli uomini, ma… Leggi tutto

Perché Beatrice infiammava il cuore di Dante

Perché Beatrice infiammava il cuore di Dante

Apparve vestita di nobilissimo colore, umile e onesto, sanguigno, cinta e ornata a la guisa che a la sua giovanissima etade si convenia. In quello punto dico veracemente che lo spirito de la vita, lo quale dimora ne la secretissima camera de lo cuore, cominciò a tremare sì fortemente… Se per molti intellettuali oggi viviamo in una condizione sociale che… Leggi tutto

Page 2 of 4
1 2 3 4
Utenti online